Come salutare in italiano – comunicazione – Lezione 13

Come salutare e rispondere ai saluti

Come salutare e rispondere ai saluti

La forma di salutare e rispondere ai saluti in italiano, dipende molto dall’ora, dalla situazione in cui ci troviamo, dalla confidenza che abbiamo con la persona che salutiamo e dal tono di voce utilizzato.

Praticamente ci sono due forme di salutare e rispondere ai saluti in italiano: una formale e una informale. Vediamo come sono.

Come salutare e rispondere ai saluti in modo informale

Per salutare e rispondere ai saluti in modo informale, si usa la parola CIAO. È un saluto usato con i familiari, con i bambini, con gli amici e con le persone con cui abbiamo un certo grado di confidenza.

CIAO è un saluto molto amichevole, è usato sia quando incontriamo le persone, sia quando ci separiamo da loro.

Ci sono altri saluti informali che invece sono usati solamente quando ci separiamo da una persona. Vediamo quali sono:

A DOMANI!
A PRESTO!
CI SI VEDE!
TI SALUTO!

Come salutare e rispondere ai saluti in modo formale

Vediamo ora le forme di salutare e rispondere ai saluti in modo formale. Uno dei saluti più conosciuti è BUONGIORNO, un saluto che normalmente si usa quando è giorno, fino a quando la giornata è chiara, cioè da quando sorge il sole fino a quando tramonta, tenendo in conto che il tempo può variare notevolmente a seconda della stagione dell’anno; in inverno i giorni sono molto brevi, quindi buongiorno viene utilizzato fino alle 4 o alle cinque del pomeriggio, mentre in estate che le giornate sono più lunghe può essere utilizzato anche fino alle sei del pomeriggio.

BUONGIORNO a volte viene usato anche in modo informale, ma con un tono amichevole o scherzoso. Esiste anche una variante di BUONGIORNO che si pronuncia BONDÌ però questo tipo di saluto si usa quando abbiamo una certa confidenza con la persona che stiamo salutando e ultimamente è stato ampliamente sostituito da BUONGIORNO.

Anteriormente esisteva il saluto BUON POMERIGGIO che veniva usato dopo il mezzogiorno, ma ormai questo tipo di saluto è caduto in disuso e non viene quasi più utilizzato, essendo sostituito da BUONGIORNO.

Quando il sole comincia a tramontare e inizia a fare buio, si deve usare il saluto BUONASERA ma il suo uso può variare ampiamente nelle diverse regioni italiane, ad esempio nel nord d’Italia inizia a essere utilizzato prima che nel sud.

Esiste inoltre il saluto SALVE che può essere usato in qualsiasi momento della giornata, al mattino, al pomeriggio o alla sera. Deriva dal latino “salvus” e può essere utilizzato quando non siamo sicuri se dobbiamo salutare formalmente o informalmente.

Vediamo ora i saluti formali che si usano quando ci congediamo dalle persone in maniera formale:

il saluto più conosciuto a livello internazionale è ARRIVEDERCI, questo saluto nonostante sia formale, può anche essere usato in modo informale. Il saluto ARRIVEDERCI si può usare sia con una sola persona che con più persone, come per esempio:  ARRIVEDERCI RAGAZZI. Esiste anche una variante di ARRIVEDERCI che è ARRIVEDERLA, questo saluto deve essere scritto con la “L” maiuscola (arrivederLa) e si usa quando salutiamo una persona sola, è molto più formale e distante ed esprime un tono di rispetto.

Il saluto BUONANOTTE è un saluto usato principalmente prima di andare a dormire con la famiglia o gli amici, come augurio di una buona dormita.

Esistono altre due forme di salutare equivalenti a BUONGIORNO e BUONASERA, questi saluti sono: BUONA GIORNATA e BUONA SERATA che oltre alla funzione di salutare, sono usati principalmente come augurio.

Infine in italiano esiste anche il saluto ADDIO, occorre fare attenzione a non usarlo per salutare e congedarsi, infatti in italiano questo saluto deriva da ti affido a Dio ed è un saluto in declino. Viene usato quando salutiamo una persona che non vedremo per molto tempo o forse mai più.

Ascolta la pronuncia dei saluti in italiano.

CIAO!
A DOMANI!
A PRESTO!
CI SI VEDE!
TI SALUTO!
BUONGIORNO!
BUON POMERIGGIO!
BUONASERA!
SALVE!
ARRIVEDERCI!
ARRIVEDERLA!
BUONANOTTE!
BUONA GIORNATA!
BUONA SERATA!
ADDIO!

FAI GLI ESERCIZI COLLEGATI A QUESTA LEZIONE
FAI CLIC QUI

Se vuoi imparare la grammatica italiana a un livello più avanzato visita questo sito web

GRAMMATICAITALIANA.NET

Claudio Gibellato Pellis

Claudio Gibellato Pellis

Professore di italiano e traduttore giurato del Ministero degli Affari Esteri

ajax-loader

Rimani aggiornato sulle nuove attività

Se ti registri, ogni 15 giorni ti invieremo alla tua email una lista di tutte le attività interattive nuove che sono state pubblicate sulla web. Non ti preoccupare non ti invierò mai spam e neanche pubblicità, ti invierò solamente una mail ogni 15 giorni dove troverai solamente le attività nuove pubblicate. Nessun'altra informazione! Inoltre potrai cancellare la tua iscrizione in qualunque momento.

Grazie per esserti iscritto/a!

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per il suo corretto funzionamento, per finalità analitiche e per mostrarti pubblicità in relazione alle tue preferenze sulla base di un profilo preparato dalle tue abitudini di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetta, acconsenti all\\\\\\\'uso di queste tecnologie e al trattamento dei tuoi dati per queste finalità.   
Privacidad